Blog: http://luigirossi.ilcannocchiale.it

Consiglio comunale del 09 dicembre 2013




Il 09dicembre 2013 finalmente il Sindaco ha convocato il Consiglio comunale perdiscutere e approvare il bilancio di previsione 2013!
Non mi dilungo su come sono andate le cose sui 13 punti all’ordine del giorno,sarebbe esercizio lungo e, soprattutto, noioso per chi legge.
Voglio sottolineare solo alcuni passaggi, a mio avviso importanti.
Per la prima volta sono stato d’accordo con il vicesindaco quando ha definito <<assurdo e scandaloso, non una cosacorretta discutere di bilancio di previsione a dicembre>>, non sonostato d’accordo quando ha addossato la responsabilità al governo e ha detto cheper farlo prima bisognava <<dotarsi di sfera di cristallo echiromante>>.
Spiego il punto di vista del gruppo consiliare di minoranza: anche per noi èscandaloso e assurdo approvare il bilancio di previsione 2013 a dicembre, manon è stato un obbligo, come furbescamente, la maggioranza cercava di farpassare. Il Consiglio comunale aveva la possibilità di farlo, ma altri Comuni,ben più difficili da amministrare, perché hanno un bilancio molto più “corposo”(circa 308 milioni di euro) delnostro (circa 2 milioni di euro) lohanno fatto a febbraio 2013 (Il comune di Parma ha presentato la proposta diBilancio di previsione 2013 a novembre 2012 e ha approvato il bilancio il 5febbraio 2013). Non c’entra nulla il discorso dei trasferimenti dello Stato,che riduce sì, ma non in misura talmente grande da non poter approvare ilbilancio in tempi accettabili (ogni anno, da circa 10 anni, la maggioranzacerca di far passare questo messaggio sulla riduzione dei contributi statali,per poi non saper nemmeno dire a quanto ammonta la diminuzione). Nemmeno reggela giustificazione addotta dal vicesindaco <<glialtri comuni della zona fanno come noi, Roma anche fa come noi>>. Mihanno sempre insegnato a guardare a quelli più capaci, ai migliori e adottoquesto modo di fare anche nell’amministrazione della cosa pubblica. Per farlobisogna avere l’umiltà di studiare le esperienze migliori che ci sono, senzaguardare al colore politico o all’appartenenza di partito, ma capisco che piùdi qualcuno ai partiti deve molto.
Si è anche parlato di raccolta differenziata, ma aldilà del risibile dibattitotra Assessori e Sindaco su quando è iniziata la raccolta differenziata porta a porta(riescono sempre a sorprendere con la loro incapacità di dare notizie certe),la realtà è che, a causa di un modo sbagliato di gestire tale raccolta (umido eindifferenziato per la maggioranza sono la stessa cosa, unico sistema neglioltre 8000 comuni italiani), non riusciamo ad abbassare il costo per icittadini e nemmeno rendiamo un buon servizio al nostro territorio.
Si è anche parlato di IMU e dei controlli affidati ad una società esterna, macome sempre, quando si parla di soluzioni diverse, la maggioranza è sorda.
Abbiamo scoperto che il bilancio 2014 partirà con meno 10000 euro da pagare peruna parcella di uno degli avvocati del Comune (grazie all’assessore ArmandoPontiero sappiamo che bisogna pagare entro maggio 2014) e meno 25000 da versaread un cittadino che ha vinto una causa contro il Comune. Oltre a questi 35000euro, bisogna considerare una cifra simile che dovremmo versare a due comuni,perché negli anni non erano state versate le quote per il servizio disegreteria associata.
Come minoranza abbiamo votato contro le variazioni di bilancio, perché oltre anon sapere di cosa si trattasse (il vicesindaco ad esempio parlava di camposportivo e il sindaco di impianti sportivi in zona Revetola), ci è statadimostrata l’ennesima incapacità di questa amministrazione, quando il Sindacoha affermato che i 200000 euro (28603,62 a carico delle casse comunali)serviranno per ristrutturare l’ex scuola Reali, alla domanda su cosa volesserealizzare l’Amministrazione, il Sindaco ha risposto <<una casa famiglia, però ancora non so se le misure dellastruttura sono adatte>>. In poche parole spendiamo fondi regionali ecomunali per ristrutturare uno degli immobili comunali, ma non sappiamo nemmenose si potrà realizzare l’opera. I finanziamenti si chiedono per le operenecessarie, ma questa Amministrazione è abituata a fare al contrario, si chiedequello che ci viene proposto dai vari tecnici, con la solita approssimazioneche serve solo a svuotare le casse comunali.
Altra chicca è sapere che con i soldi della Casa di riposo per Anziani, dopoaver speso 100000 euro per acquistare una casa da abbattere (opera da fare, manon in un periodo di crisi e con i fondi utili a realizzare una struttura chepoteva portare lavoro e ricchezza in paese), hanno ristrutturato 4 appartamentiall’ultimo piano di palazzo Salomone, che prima il Sindaco voleva utilizzareper dare una risposta alla domanda di abitazioni che abbiamo in Comune e cheora dice di voler vendere… come sempre nemmeno lui sa cosa vuole fare.
Nota quasi folkloristica, ma che bene fa capire il livello del Consigliocomunale, è quella che riguarda la prima frizione reale nella maggioranza inConsiglio comunale, ma non su un punto dirimente o fondamentale per la cittadinanza,ma sul devolvere o meno un gettone di presenza per la realizzazione di unastatua per il bicentenario della nascita dei carabinieri.

Pubblicato il 11/12/2013 alle 8.26 nella rubrica Notizie dal Comune di Sant'Andrea del Garigliano (FR).

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web