Blog: http://luigirossi.ilcannocchiale.it

20 milioni per la Sardegna, quasi 7 miliardi per la guerra.

Il governo sostenuto da Berlusconi, Letta, Alfano, Renzi e Napolitano stanzia 20 milioni di euro per la Sardegna, una cifra ridicola soprattutto se paragonata a quanto spende l'Italia per gli armamenti.

Riporto un po’ di cifre prese dagli allegati e dalle tabelle della legge di stabilità 2014 e dai conti consuntivi del 2012 resi pubblici recentemente dal Ministero della Difesa.

La spesa per l ’acquisto di armamenti sale da 5,4 miliardi del 2013 a 5,8 miliardi nel 2014.

Fondi, che serviranno per acquistare le nuove navi da guerra che questi falsi politicanti definiscono umanitarie, visto che sono state presentate come gli unici mezzi in grado di salvare i migranti nel mediterraneo, le bombe di precisione per i Tornado, i futuristici droni da combattimento Neuron,nuovi blindati Freccia, satelliti-spia Sicral, i nuovi elicotteri militari Nh-90 e Aw-101 e il sistema di digitalizzazione dell’esercito Forza-Nec/Soldato futuro.

Perle missioni militari internazionali di guerra che ci fanno passare come missioni di pace (la Pace non si conquista mai con le armi e i morti) nel 2014 lo stanziamento sarà di 765 milioni,senza considerare le spese per ricostituire gli arsenali che vengono utilizzati in queste missioni di guerra (ad esempio nel 2012 abbiamo speso 14 milioni di euro per ricostituire le scorte di munizioni sparate in Afghanistan o i 38 milioni per ricomprare le bombe sganciate in Libia).

20 milioni di euro per la Sardegna e 6,617 miliardi di euro per gli armamenti e le missioni di guerra (5,8 miliardi di euro,più 765 milioni, più 52 milioni per ricostituire gli arsenali; questa ultima cifra è indicativa visto che non ci sono i dati del consuntivo 2013 e questi sono dati riferiti al 2012).

Pubblicato il 20/11/2013 alle 8.25 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web