Blog: http://luigirossi.ilcannocchiale.it

Rigoletto nel 2010

 

Domenica ho assistito alla rappresentazione del Rigoletto e devo dire che un dramma mai come questa volta mi è sembrata tanto attuale.

Ai personaggi del melodramma di Verdi possiamo sostituire i personaggi del dramma italiano contemporaneo.

Il duca di Mantova, potente di turno avvezzo alla compagnia di donne e buffoni è Silvio Berlusconi.

Il conte di Ceprano che vede la propria moglie corteggiata spudoratamente dal duca è Emilio Fede.

La contessa di Mantova è la senatrice Diana De Feo, moglie di Emilio Fede.

Rigoletto, buffone di corte è Lele Mora.

Sparafucile, sicario che sbaglia bersaglio è Pierluigi Bersani.

Maddalena, sorella di Sparafucile che tenta di salvare il duca è Massimo D’Alema.

Marullo, cavaliere di corte è Marcello Dell’Utri.

Borsa, cortigiano è Augusto Minzolini.

Giovanna, dama che ha il compito di difendere Gilda, figlia di Rigoletto è Sandro Bondi.

Gilda, figlia di Rigoletto, amore segreto del duca è Rosy Bindi.

Marchese di Monterone, anziano nobile al quale il duca ha sedotto la figlia. Capace soltanto di maledire ma impotente davanti all’arroganza del duca è Giorgio Napolitano.

La figlia del marchese, sedotta e abbandonata dal duca è la Costituzione italiana.

Pubblicato il 30/11/2010 alle 11.28 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web