Blog: http://luigirossi.ilcannocchiale.it

D'ALEMA E FASSINO HANNO RAGIONE...

D’Alema e Fassino sono innocenti, la Forleo sbaglia…mi chiedo perché questi due illustri politici italiani si stanno stracciando le vesti per evitare che la Forleo possa utilizzare intercettazioni prive di contenuti utili a suffragare una qualsiasi minima accusa nei loro confronti. Questi due traghettatori (così si definisce Fassino) che hanno portato un grande partito italiano di sinistra nella palude di centro.
Da Berlinguer si è passati ad Occhetto, per poi finire in una terribile discesa che inizia con D’Alema e continua con Veltroni e Fassino per poi rimpastarsi con parte della Dc e formare un partito “nuovo” con nuovi uomini e imporre (le primarie sono false, Ds e Margherita hanno già deciso quali regioni saranno di un partito o dell’altro) il “nuovo” Veltroni.

La prova dell'inutilità delle primarie è data da un articolo del Corriere della Sera del 10 Settembre "A suscitare l'indignazione di Parisi (ministro del nascente Pd) un trafiletto dell'Unità in cui si legge che i diessini piemontesi hanno chiesto a Veltroni di sciogliere il nodo delle candidature alla segreteria regionale. I contendenti sono due: Gianfranco Morgando e Gianluca  Susta, entrambi della Margherita. ma, come ha spiegato Fassino, l'accordo nazionale tra Ds e Dl prevede che sia il secondo, un rutelliano di ferro, il prescelto"

Vi chiedo a cosa serve andare a ratificare scelte prese dall'alto, le primarie del 14 Ottobre sono una riedizione peggiorata della porcata di legge elettorale fatta dalla destra con il placet dell'Unione. Chiedono agli elettori di ratificare le loro scelte, non di decidere da chi farsi rappresentare come sarebbe naturale.

Il 14 Ottobre non si potrà andare al mare ma invece di perdere tempo per una finta competizione troviamo tutti un’occupazione più utile e lasciamoli soli questi politicanti, figli di una casta che ormai si è arroccata nel fortino del parlamento per paura del Popolo.
Il Popolo che forse riuscirà per una volta a destarsi dal sonno imposto da anni di bombardamento mediatico di televisioni e giornali pronti a servire i soliti potenti ed a nascondere la realtà dei fatti.

Il V-day rappresenta l’inizio della riscossa della Politica; rappresenta l’ultima possibilità che abbiamo per cambiare, altrimenti saremo condannati ad essere gestiti dai soliti nomi che non hanno interesse a migliorare il nostro Paese e la vita di tutti i cittadini.

Pubblicato il 13/9/2007 alle 9.38 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web