Blog: http://luigirossi.ilcannocchiale.it

VERDI vs FORZA ITALIA

Il dover rispondere al coordinatore di Forza Italia sta diventando noioso, ma purtroppo questo “saltimbanco” della politica santandreana continua a voler trascinare i Verdi in una polemica priva di contenuti.
I due rappresentanti di F.I. dopo alcuni mesi di silenzio hanno partorito un articolo fondato sul nulla, un articolo degno del loro impalpabile agire politico.
Il rappresentante politico di Forza Italia che continua ad attaccarmi ed ad attaccare i Verdi sulla stampa dovrebbe fare uno sforzo di memoria ed uno sforzo di obbiettività. La memoria gli servirebbe per ricordare i suoi innumerevoli cambi di partito e di compagine amministrativa, l’obbiettività potrebbe aiutarlo a capire il motivo per il quale nessuno resiste a far politica con lui per troppo tempo.
Blatera sulle deviate interpretazioni sul loro parlare di incesto (questa volta ha aumentato il carico di fesserie sui Di.co. arrivando a parlare di poligamia), voglio ricordargli che nessuno ha mai interpretato nulla, ho solo riportato quello che hanno scritto nella mozione presentata in consiglio comunale (forse non ricorda oltre ai suoi cambi di partito nemmeno quello che scrive).
Nella sua distorta ricostruzione dei fatti del dopo amministrative del 2004 dimentica di dire che il loro rappresentante in maggioranza aveva preso meno voti di altri candidati ma lo stesso coordinatore pretese la poltrona di assessore per F.I. accampando accordi che per tutta la campagna elettorale erano stati tenuti nascosti. Solo per rispetto verso gli elettori che avevano tributato una trionfale vittoria al sindaco ed alla nostra lista i Verdi accettarono l’offerta del primo cittadino di rappresentare la maggioranza in comunità montana.
Nella sua fantomatica visione della politica è convinto che dietro ogni azione ci siano oscuri manovratori, voglio tranquillizzarlo i Verdi di Sant’Andrea non sono manovrabili. Sono consapevole che questo è un grande difetto agli occhi di questo personaggio abituato ad agire nell’ombra. Lo invito a palesare a tutti noi le sue grandi capacità politiche, finalmente potrà decidere di candidarsi in prima persona ma sono certo che non lo farà mai: il giudizio degli elettori fa paura.
Gli attacchi del rappresentante di F.I. sono sempre pregni di livore e privi di contenuti. Critica l’amministrazione solo per il fatto che secondo lui è gestita dalla sinistra, sua antica casa, ma mai riesce a sollevare questioni di merito, se ne deduce che per lui questa maggioranza amministra bene e non avendo modo per attaccarla sul piano amministrativo si inventa attacchi inutili e inconcludenti.
Se fosse vero che il sindaco guarda a sinistra lo capirei, è impossibile essere di destra nel nostro paese se si guarda a chi gestisce Forza Italia.
Sull’ultimo tentativo di creare scompiglio in maggioranza siamo certi della trasparenza del sindaco e quindi noi Verdi prendiamo le affermazioni di messaggi in codice verso F.I. per quello che sono: tentativi di un uomo di partito consapevole del fatto che per lui tutte le strade sono chiuse e che per far parlare di sé è ridotto ad inventare messaggi cifrati in stile “pizzini”. Forse lo fa in onore dei tanti parlamentari del suo partito condannati in via definitiva.
Nel suo strampalato articolo evoca anche la P2 e questa volta è un chiaro omaggio al suo capo, Berlusconi, noto tesserato con la loggia eversiva.
Noi Verdi siamo disposti a confrontarci con gli esponenti di F.I. sul piano politico, alcuni di loro in passato hanno condiviso con noi scelte politiche ed amministrative, ma se decideranno di seguire il loro coordinatore cittadino si condanneranno da soli ad un isolamento politico irreversibile che li renderà come coloro che quando un dito indica la Luna perdono tempo a guardare il dito.

Pubblicato il 2/8/2007 alle 9.20 nella rubrica Notizie dal Comune di Sant'Andrea del Garigliano (FR).

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web