Blog: http://luigirossi.ilcannocchiale.it

ROMA NON RIESCE A GESTIRE UN'EMERGENZA? ECCO LA SOLUZIONE: SANT'AMBROGIO SUL GARIGLIANO

Inserire una comunità nuova in un paese di 900 anime è assurdo e impraticabile. Chi ha preso questa decisione si è chiesto se la scuola è in grado di accogliere questi bambini? E’ a conoscenza del fatto che attualmente i bambini di Sant’Ambrogio sono costretti a frequentare la scuola media nel comune di Sant’Apollinare? Forse ignora che a Sant’Ambrogio non esiste una stazione dei carabinieri; si è chiesto se quella più vicina, sita a Sant’Apollinare, con pochi carabinieri, sarà sufficiente a garantire l’ordine pubblico? I servizi sociali sono in grado di risolvere le emergenze che ci saranno? Ma soprattutto come pensa di risolvere il problema del sostentamento dei Rhom, visto la permanente mancanza di lavoro che affligge i paesi della valle dei Santi.
P
ossibile che nessun rappresentante politico, eletto nella nostra zona, a livello provinciale, regionale e nazionale sapesse nulla? Possibile che questa decisione è stata presa senza informare e confrontarsi con i nostri esponenti politici? Vogliono farci credere che la decisione è stata presa dal Prefetto di Roma in totale solitudine.
Ora che l’emergenza rischia di piombare sulle nostre comunità  molti politici stanno facendo a gara per dichiarare la loro contrarietà all’arrivo della comunità  Rhom; ma dove erano quando venivano prese le decisioni che hanno portato all’individuazione del luogo per il nuovo campo nomadi?
O sapevano ed erano d’accordo oppure non sapevano nulla e la cosa è ancora più grave.
Ora il problema devono risolvero la comunità Rhom (che non vuole venire) e quella locale (che ha paura e non vuole ospitare). Questo è il "trionfo" della non politica.


Intanto si vedono i primi risultati di questa non politica che sta gestendo la situazione: una pizzeria di uno dei paesi ha scritto su uno striscione "Basta con la tolleranza. No al campo nomadi"

Pubblicato il 10/3/2007 alle 0.27 nella rubrica Notizie dal Comune di Sant'Andrea del Garigliano (FR).

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web